Crea sito

«

»

Lug 07

Le origini

image-17

Già in età romana è documentata dai numerosi rinvenimenti di sepolture, di iscrizioni funerarie e di ex-voto e dalla presenza di resti di strutture abitative.

Già in età romana la zona di Sant’Ambrogio era nota per le attività legate all’estrazione e alla lavorazione dei calcari veronesi. Il luogo più significativo per la continuità dell’insediamento dall’età preromana (villaggio arusnate) fino ad oggi, è San Giorgio di Valpolicella. L’attività di estrazione, lavorazione e commercio dei calcari, favorita dalla vicinanza di una comoda via d’acqua quale l’Adige, è continuata nei secoli.
Dai lapicidi d’età romana, ai maestri medievali, alle famiglie di cavapietre e scalpellini che dal’400 sono attive nella zona. Oggi Sant’Ambrogio, con la vicina frazione di Domegliara, è centro rinomato in tutto il mondo per i suoi marmi e per le industrie dedite alla loro lavorazione.